in Senza categoria

All’improvviso lo spettacolo della via lattea.

In questi mesi si parla sempre più spesso di inquinamento e di attenzione all’ambiente.

Movimenti a livella globale stanno puntando il dito insistentemente sulla sostenibilità ambientale dell’economia contemporanea.

Sempre troppo poco viene affrontato il tema dell’inquinamento luminoso che in modo reale influisce sulle nostre vita e sulla nostra salute. Ad esempio può portare a depressione, tumori, diabete, obesità, depressione del sistema immunitario.

Abbiamo deciso di mostrare una gallery di foto che ritraggono lo spettacolo della via lattea quando ci si allontana dai grandi centri urbani.

L’inquinamento luminoso è un’alterazione dei livelli di luce naturalmente presenti nell’ambiente notturno. Questa alterazione provoca danni di diversa natura: ambientali, scientifici, culturali ed economici. La definizione legislativa più utilizzata (vedi sotto) lo qualifica come “ogni irradiazione di luce diretta al di fuori delle aree a cui essa è funzionalmente dedicata, ed in particolare verso la volta celeste”. Ogni anno si celebra una giornata di riflessione su questo problema mondiale, la prima delle quali si è celebrata il 28 febbraio 1991. (Wiki)

Per capire la portata dell’inquinamento luminoso basta pensare che 8 italiani su 10 non possono vedere il cielo stellato incontaminato.

Un giorno ci è capitato di incontrare un ragazzo giapponese che viveva a Tokyo che non aveva mai visto il cielo stellato non essendosi mai spostato dalla megalopoli nipponica.

Quando ha alzato gli occhi in una serata nelle campagne dei Castelli della Loira non poteva credere di non aver mai visto uno spettacolo del genere dal vivo.

Ogni tanto, quando siamo fuori città, ricordiamoci di alzare il naso dallo smartphone per godere di questo spettacolo gratuito.

In cielo c’è una stella per ognuno di noi, sufficientemente lontana perché i nostri dolori non possano mai offuscarla. (Christian Bobin)

La follia umana non impedisce la rotazione delle stelle. (Anonimo)

Se le stelle, anziché brillare continuamente sopra le nostre teste, fossero visibili solo da un particolare luogo del pianeta, tutti vorrebbero andarci per assistere allo spettacolo. (Margherita Hack)

Quando sento il bisogno di religione, esco di notte a dipingere le stelle.
(Vincent Van Gogh)

Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini. (Dante)