in Senza categoria

Perché succede il fenomeno della superluna?

Negli ultimi tre anni abbiamo assistito a diversi fenomeni di Superluna.

Storica e impressionante sia su Instagram che su Facebook quella che si verificò nella notte tra il 13 e il14 novembre del 2016.

La distanza Terra-Luna oscillava tra i 356.410 chilometri e i 406.740. Quella notte la luna baciò la terra a 356.508 chilometri di distanza e così vicina non la si vedeva dal lontano 1948.

Dopo quel novembre del 2016 la luna ci ha preso gusto e ormai la Superluna la si incontra al supermercato quasi tutti i giorni.

Ma cosa significa Superluna? Perché si chiama cosi? Nello spazio vige la dittatura della gravitazione, cioè su vasta scala comanda la forza di gravità. Più massa ha un’oggetto (un corpo celeste) più “alzerà la voce” con gli altri oggetti: come fa il sole con i pianeti e i satelliti del sistema solare.

E ogni corpo celeste – che sia in orbita attorno a un altro oggetto – ha un punto di massima distanza e un punto di minima distanza (da un centro di massa comune, ma non complichiamoci la vita): per la Luna il punto di minima distanza dalla Terra si chiama “Perigeo”, il punto di massima distanza “Apogeo”.

Superluna sta ad indicare una Luna un po’ più grande del solito: si può letteralmente tradurre in “luna piena in prossimità del Perigeo”.

È un effetto ottico dovuto alla distanza. Può diventare il 7% più grande del solito e molto più luminosa. Purtroppo per loro, la Superluna non aiuta i sostenitori della Terra piatta. Perché se la terra fosse piatta la superluna sarebbe visibile in contemporanea da tutti gli abitanti della terra: come il Super Bowl.

In passato – quando i popoli viaggiavano con l’aiuto delle stelle, della Luna e dei pianeti – gli eventi astronomici come le eclissi o la Superluna portavano un presagio negativo alla condotta dei sovrani e alle conseguenze sul popolo.

Ora non ci sono più queste strane abitudini anche se tutti abbiamo un parente che crede negli eventi astronomici e nell’oroscopo.