in Senza categoria

Una mostra geniale a Shangai

Dopo il successo dovuto alla collaborazione con Dior, dove ha disegnato e costruito il runway della sfilata collezione uomo Dior Summer 2020, Daniel Arsham, uno dei più artisti culturalmente più influenti del mondo occidentale è sbarcato all`HOW Art Museum di Shanghai, nella sua prima solo exhibition intitolata Perpetual Present.

Il talentuoso artista le cui opere sono un incrocio tra diverse forme artistiche: fotografia, scultura e architettura, ha creato ambigui spazi e situazioni con riferimenti a reperti futuristici del presente: una collisione tra presente passato e futuro in una realtà senza tempo.

I differenti spazi del museo danno all`artista la possibilità di esporre diverse opere inedite, alcune delle quali sono state pensate appositamente agli spazi dell’How Museum: la mostra si apre con due stanze, una prima con gigante bronzeo “the Bunny” seguita da un altro ambiente con un set di sculture provenienti dal mondo Disney, tutte distorte e trasformate per dare al visitatore un ricordo dolce e amaro del passato; la Excavation Site 212, dove e` stato ricreato un sito archeologico che permette al visitatore di camminare attraverso gli oggetti del presente, quali camera, radio, chitarre ecc;

la Chalk`s Room, una stanza dove i muri sono ricoperti da lavagne, mucchi di gessi a forma di oggetti che rappresentano la tecnologia, sport, cultura e media: l`aspetto interessante e` l`interattivita` di questa stanza, il visitatore e` incoraggiato ad usare questi pezzi di gesso per scrivere sui muri, e durante questo processo la forma di questi gessi tende ad essere distrutta; ed infine gli spazi del Large knot ed “Excaveted Walls” sono le installazioni piu affascinanti dell`artista, dove la natura tra architettura e scultura si incontra/scontra con le proporzioni della natura umana.