L’eroe di cui tutti avevamo bisogno (ma non lo sapevamo)

Seth, in arte @dudewithsign, è un eroe moderno che si prende carico di tutte le battaglie (assolutamente inutili) dei millenials.

Il suo motto è chiaro, diretto, cristallino: if you don’t stand for something, you’ll fall for anything.

Seth esce in strada con un cartello ed ogni volta porta avanti una “battaglia” diversa.

Si avvicinano le feste di Natale? Ecco la sua manifestazione in strada.

Spotify quando si avvicina la fine dell’anno ci offre sempre la possibilità di condividere con tutti i nostri amici i nostri brani più ascoltati. Ecco Seth non si è fatto scappare neanche questo.

Chi non ha mai voluto fare una manifestazione contro chi si alza sull’aereo prima del dovuto o contro chi fa l’applauso all’atterraggio? Ecco Seth l’ha messo in pratica.

Amate la musica e i concerti? Ecco benissimo, non propinateci l’intero live sulle vostre instagram stories, grazie.

La catena di Starbucks spesso sbaglia i nomi sui bicchieri…ma è davvero così difficile capire i nomi. A Seth questa cosa proprio non è andata giù.

Neanche Netflix è salvo quando Seth decide di scendere in strada a manifestare il suo pensiero: “sì Netflix, sto ancora guardando!”.

21 post e già quasi 1 milione di follower. Beh che dire una trovata davvero geniale.

in Arte | 300 Parole

Ecco il discorso sul lavoro che tutti dovrebbero ascoltare

Lui è Jack Ma il fondatore di Ali Baba. La società è una multinazionale cinese composta da una serie di società attive nel mondo dell’e-commerce.

In questo discorso ci apre gli occhi su come in ogni età della nostra carriera ci siano obiettivi diversi.

A 20 anni è fondamentale impegnarsi nello studio, tutto il resto tralasciatelo. A 25 anni quando iniziate a lavorare fate un sacco di errori, a questa età infatti potete cadere e rialzarvi senza avere conseguenze sul vostro futuro. Se scegliete una grande azienda avrete la possibilità di imparare come funzionano i macro processi mentre se optate per una piccola imprese avrete modo di assaporare la passione e la dedizione nel fare molte attività tra loro diverse nel corso della vostra giornata lavorativa. Jack sottolinea l’importanza fondamentale di scegliersi dei capi da cui imparare il più possibile, dando poca importanza al settore della professione ma valutando quanto abbiano da insegnarci. Quando avere 30 anni, fino ai 40 concentratevi sulla vostra professione, non disperdetevi in altro, lavorate principalmente su voi stessi. Dai 40 in poi non è più tempo di cambiare radicalmente direzione, il tempo non è più propizio per grandi rivoluzioni: cercate di diventare sempre più bravi in quello che sapete fare. Oltre i 50 puntate tutto sui giovani talenti che vedete, insegnate loro tutto quello che sapete, sommergeteli di informazioni. Quando superate i 60 il vostro unico obiettivo deve esser il vostro benessere, sia dal punto di vista fisico che mentale.

Il polpo che cambia colore mentre sogna

Le immagini che state per vedere sono molto suggestive. In un episodio di Nature, una serie televisiva del canale USA PBS, è stato fatto vedere un polpo mentre dorme nel suo acquario.

Fino a qui nulla di speciale: la cosa interessante è che il polpo cambia colore sognando.

I ricercatori sostengono che il polpo sognando regola il colore della propria pelle a seconda dell’immagine che sta “vedendo” durante il sogno.

Akie: l’artista che trasforma i sassi in animali

Si chiama Akie Nakata ma da tutti è conosciuta semplicemente come Akie. Akie trasforma i sassi in adorabili dipinti da tenere nel palmo della mano. La sua creatività viene ispirata dalle forme delle pietre che vanno poi a trasformarsi negli animali.

Akie ha iniziato a collezionare pietre fin da piccola per poi iniziare a dipingerle dal 2011 quando la forma di una pietra le ha ispirato il primo animale, un piccolo coniglietto.

Akie in un’intervista al My Modern Met ha precisato “sono le pietre a raccontarmi le loro intenzioni, quando le incontro sono loro a darmi lo spunto su come andare avanti e cosa creare. Per completare un’opera non guardo però alla fine quanto somiglia ma se la pietra mi trasmette vita.”

“Le pietre assistono silenziosamente il corso della storia e al loro interno hanno tantissime storie da raccontare, sta a noi tirarle fuori, a volte parlo con la pietra mentre la dipingo.”

in Arte | 322 Parole

Quali sono stati i siti più visitati dal 1996 ad oggi

La gara è agguerritissima: dal 1996 ad oggi ci sono stati sorpassi incredibili, doppiaggi, sorpassi stupefacenti, uscite di strada.

Il panorama in questi anni è stato veramente rivoluzionato da tanti aspetti e da tanti fattori, più o meno prevedibili.

Aol nel 1996 la faceva da padrone assoluto, il 1998 ha visto l’entrata in classifica di un certo Amazon non so se lo conoscete, per ebay invece occorre aspettare il 1999. Google entra prepotentemente in classifica nel 2001, mentre Wikipedia nel 2004…

Il resto scopritelo voi nel video…

Le geniali sculture di paglia del Wara Art festival

L’autunno è la stagione di raccolta del riso e ogni anno in tutto il mondo ci sono feste per celebrare questo importante momento dell’anno. Nel nord del Giappone ogni anno tra settembre ed ottobre si svolge il Wara Art Festival. Il festival nasce dalla volontà di riutilizzare la paglia di riso rimasta dal raccolto in modo geniale e creativo.

Il festival si svolge a Niigata City nel 2008 dalla collaborazione tra alcuni creativi della città e la Musashino Art University. In passato la paglia di riso era utilizzata per produrre tatami ma negli ultimi anni è stata sostituita da legno e sopratutto dalla plastica. Da qui è nata l’idea di far vivere all’interno dei campi gigantesche sculture fatte di paglia di riso legata ed intrecciata. Il 2019 è ormai andato ma direi che per il 2020 questa è una meta davvero geniale per un viaggio autunnale. Eccovi una gallery di immagini delle migliori sculture.

E che il genio sia con voi!

in Arte | 400 Parole